Vacanze in Nuova Zelanda: alla scoperta di Dunedin

Stiamo parlando di una terra straordinaria e forse poco conosciuta: la Nuova Zelanda. E’ un paese tutto da visitare e scoprire. Con una serie di post cercherò di parlare dei punti più interessanti della Nuova Zelanda. Abbiamo già parlato della Nuova Zelanda in generale e anche di Christchurch, principale città dell’isola. Oggi parliamo della città di  Dunedin.

Con una popolazione di 112.000 abitanti, Dunedin è la seconda città più grande della Nuova Zelanda e centro commerciale della regione di Otago. Il suo nome deriva dal nome gallico della città vecchia di Edimburgo – la città, infatti,  è stata fondata da presbiteriani scozzesi. E ‘una città elegante, con numerosi edifici del XIX secolo e gli edifici in stile edoardiano senza rivali nel emisfero del sud.

Patrimonio architettonico della città comprende la stazione ferroviaria, il municipio, l’università e numerose chiese. Tra le residenze private c’è Olveston, una casa in stile giacobino e Glenfalloch, circondata da 12 ettari di giardini alberati. Il Castello Larnach in stile neo-gotico è il culmine dello stile del XIX secolo.
Dunedin ha  la più importante università del paese,  e la città è animata da studenti che godono di una ricca vita culturale.

Lo stile indie pop “Dunedin Sound” – sulla base di chitarre e voce eterea, ma acuto – è conosciuto in tutto il mondo.  La maggior parte degli studenti vengono da altre parti del paese, e in genere vanno via da Dunedin  dopo la laurea. Quelli che rimangono sono per lo più artisti, scrittori e musicisti, formando un variegato  mix culturale. Questa diversità culturale presente a Dunedin influenza anche la  gastronomia. Infatti in questa deliziosa cittadina, possiamo trovare cucine di culture molto differenti tra di loro.

Una grande attrazione sulla Peninsola di Otago lo rappresenta la fauna selvatica, che è possibile visitare percorrendo solo  15-20 minuti di auto dal centro di affari della città. Escursioni giornaliere dove si possono ammirare foche, pinguini in via di estinzione, cormorani e albatros. La penisola ospita Marae Otakou, uno dei luoghi di Kai Tahu Maori. Come Otakou, Kai Tahu avevano grandi villaggi nelle isole come Kaikoura, Kaiapoi, Lago di Ellesmere, Akaroa e Ruapuke Island.

Più a nord della costa Otago si trova Oamaru, conosciuta per i suoi grandi edifici in pietra bianca del vecchio porto. Sulla spiaggia Moeraki, a metà strada tra Oamaru e Dunedin, si trovano le pietre perfettamente rotonde Moeraki, pietre enormi pesanti fino a quattro tonnellate ciascuno.

Insomma Dunedin è una città affascinante e tutta da scoprire, sicuramente da visitare per tutti quei viaggiatori che decidono di visitare la meravigliosa Nuova Zelanda.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Mete particolari , ,

Leave a Reply