Grado: la Venezia del Friuli

grado la venezia del friuliUnita alla terraferma solamente da una piccola striscia di terra, la suggestiva laguna dell’isola di Grado attira oggi numerosi turisti, così come richiamò l’attenzione dei Romani che vi fondarono nel II sec. d.C. la sede del Patriarcato, finché quest’ultima non fu spostata nel 1451 a Venezia.

Emblematici del posto sono il Campo dei Patriarchi (monumenti paleocristiani secolari), il Duomo col suo campanile,il cui angelo veneziano segna la direzione del vento, e gli edifici del Battistero e della Basilica di s.Maria delle Grazie.

Apprezzabili in quanto patrimonio artistico anche  i paradisi naturali, tutelati da due riserve naturali. Ogni domenica di Luglio, si assiste alla celebrazione della festa in onore del “Perdòn di Barbana“, in cui sfila un corteo di barche tutte addobbate con fiori: le imbarcazioni trasportano la statua della Madonna degli Angeli; la ricorrenza si ripete ormai da secoli, per sciogliere il voto che i gradesi hanno fatto alla Madonna che li ha salvati dalla peste.

Spettacolare il panorama che si può apprezzare avvicinandosi al porto, in cui il fascino della laguna viene accentuato dalla presenza di casoni tradizionali, costruiti in canna dai pescatori, e in cui i turisti possono alloggiare, per trascorrere una vacanza fuiùori dagli schemi, e partecipare a pesca ed escursioni organizzate in loco.

Le spiagge, caratterizzate da sabbia fine e dorata, e da un mare meritevole della Bandiera Blu, offre la possibilità agli amanti del mare di trascorrere un soggiorno incantevole, e per chi più ama il relax, non mancano le terme marine: tra piscina sauna e trattamenti estetici, si possono praticare vari trattamenti, dalla talassoterapia alla prevenzione dell’invecchiamento cutaneo.

 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Vacanze in Italia

Comments are closed.